Il settore bancario sta attraversando un cambio di paradigma nel quale i dati e il loro utilizzo assumono un ruolo cruciale in tutti gli aspetti e in tutte le attività.
Utilizzarli al meglio diventa elemento di differenziazione, utile a sostenere tra l’altro la concorrenza delle Fintech, particolarmente attive nello sviluppo di nuovi servizi innovativi con i quali attrarre i clienti.

Il cognitive computing può essere la chiave per trasformare i dati in informazioni e le informazioni in valore.

Dal data mining al cognitive computing

Il cognitive computing è di fatto la simulazione dei processi del pensiero umano attraverso modelli computerizzati.
Si parla di sistemi che auto-apprendono utilizzando il data mining, il pattern recognition, il linguaggio naturale per “imitare” la modalità di funzionamento del cervello umano.
Si parla dell’utilizzo di dati strutturati e non strutturati, pubblici e proprietari, spesso provenienti anche dai social media: più il sistema impara più efficiente diventa.
Molte aree di attività del mondo bancario, in particolare quelle legate allo sviluppo della reazione con il cliente, dalla sua acquisizione alla crescita alla retention, tendono oggi  sostituire le analisi dei dati tradizionali con quelle cognitive, proprio con l’obiettivo di offrire un livello superiore di esperienza, anche là dove fino a non molto tempo fa l’interazione umana veniva considerata “mandatoria” nel processo di gestione di transazioni complesse.
Similmente, il cognitive aiuta nella gestione dei rischi e nella prevenzione delle frodi, grazie alla maggiore accuratezza e velocità nell’analisi di dati interni ed esterni.

Tutto questo, con un evidente miglioramento nell’efficacia e nell’efficienza dei processi, che si traduce in un’ottimizzazione dei costi e delle spese per i dipartimenti IT, sempre sotto pressione nel controllo degli investimenti.

La nostra Direzione Vendite è a vostra disposizione per qualunque altra informazione
Silvana Gornati
335213611silvana.gornati@mauden.comwww.mauden.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome